Regolamento


PREMESSA

Si possono stendere miriadi di regolamenti, ma se gli stessi vengono disattesi o non rispettati, se non in presenza di inflessibili guardiani, essi rimangono un puro esercizio di scrittura fine a se stesso.

La Lega Navale di Finale Ligure è retta dallo Statuto sociale Nazionale e dal presente Regolamento. Essa rispetta lo Statuto ed i Regolamenti delle F.S.N., (Federazioni sportive nazionali) e del C.O.N.I. ed in tal senso, assume l’impegno morale di essere fedeli all’Associazione, di osservarne le disposizioni e di adempiere con lealtà e correttezza a tutti i doveri inerenti la propria attività sportiva, sociale ambientale nell’interesse dell’Associazione medesima.

Le linee programmatiche dell’associazione sono, anno per anno, definite e approvate dal C. D. per poi essere sviluppate dai Gruppi sportivi, culturali, ambientali e del tempo libero a seconda dei mezzi finanziari disponibili e delle condizioni ambientali.

La Lega Navale Italiana Sezione di Finale Ligure si compone di:

– Gruppo Sportivo Vela

– Gruppo Sportivo Pesca

– Gruppo Sportivo Canoisti

– Gruppo Fotografico

– Gruppi di Promozione sociale

– Gruppo di Tutela Ambientale

– Gruppo  Diportisti

I suddetti gruppi sono costituiti in piena coerenza con lo Statuto della LNI e sono coordinati, con pari diritti, dal C. D. .

Art.1  FINALITA’DEL REGOLAMENTO

Fatto salvo quanto stabilito dal regolamento generale della Lega Navale Italiana, a disposizione dei Sigg. Soci presso la Segreteria, lo scopo della seguente normativa è quello di promuovere ed incentivare I’attività societaria in tutte le sue manifestazioni e di disciplinare I’ uso e la frequenza della sede da parte di tutti i Soci.

Art.2 LA SEDE

La Sede comprende:

A) Sala TV e relativi servizi.

B) Segreteria

C) Magazzini per deposito attrezzature nautiche

D) Piazzale per ricovero barche (a vela o natanti) ad uso esclusivo dei   Soci della Lega Navale

E) Specchio d’acqua tra i pontili 4 e 5 di metri 15 per l’ormeggio delle    barche di proprietà L.N.I. .

Art.3 OSSERVANZA DEL REGOLAMENTO

Il buon funzionamento della Sede come salone ritrovo è affidato all’educazione ed al senso civico di tutti i Soci.

Per questo motivo i frequentatori della sede devono attenersi alle seguenti norme di buon comportamento:

– Non tenere comportamento villano e scorretto verso qualsiasi    frequentatore.

– Non eccedere in discussioni troppo vivaci che possano infastidire o turbare I’attività dei presenti.

– I giochi da tavolo devono essere seguiti in un clima tranquillo senza eccedere in discussioni violente o frasi e parole offensive.

– Non danneggiare od appropriarsi di riviste, giornali, libri, pubblicazioni a disposizione dei Soci.

– Il Consiglio Direttivo si riserva di vietare o sospendere temporaneamente la Sede ad uso salone, per giustificati motivi.

– E’ fatto divieto di fumare.

– E’ vietato I’ingresso ai cani ed altri animali.

– Non intrattenersi in sede in costume da bagno.

Art. 4 OSPITI

I Soci possono invitare loro ospiti a frequentare la sede, purché la cosa non assuma carattere di continuità.

Art. 5 ORARI

L’orario di apertura e chiusura di Sede e Segreteria viene stabilito dal Consiglio Direttivo ed affisso in bacheca.

Art.6 GESTIONE DELLA SEDE

La Sede, nel suo complesso, è gestita dal Consiglio Direttivo in carica.

Art.7 NORMATIVA GENERALE

Per I’utilizzo delle parti elencate al punto 2 del presente Regolamento, viene qui di seguito fissata una normativa particolare, che forma parte integrante del presente Regolamento e la cui osservanza deve essere intesa come obbligo da parte dei Soci.

Art. 8 CONCESSIONI

Alcuni servizi (barche di proprietà e/o in comodato, posti barca sul piazzale, magazzini, etc.) sono concessi in uso ai Soci che ne facciano richiesta, nei limiti della disponibilità degli stessi.

L’uso della Sede è anche concesso ai Gruppi in premessa e loro ospiti per riunioni o manifestazioni, purché tali manifestazioni siano coerenti ai principi statutari della L.N.I. .

Per tale utilizzo dovrà essere fatta specifica richiesta in Segreteria almeno una settimana in anticipo. La richiesta può essere anche verbale.

Le barche di proprietà o in comodato possono essere concesse in uso (per un periodo massimo di giorni UNO e ripetibili) al socio che ne fa richiesta con prenotazione verbale o telefonica alla segreteria. Per tale utilizzo il Consiglio Direttivo ha previsto un contributo orario.

Art. 9 CONCESSIONI POSTI BARCA SUL PIAZZALE

Il posto barca è concesso al Socio e non all’imbarcazione e può essere utilizzato dai familiari in linea diretta e collaterali.

Nel caso di soci coniugi o conviventi, la concessione viene data ad uno solo dei soci.

Non può essere data ad un socio più di una concessione.

Se la domanda di concessione viene presentata da due o più Soci della stessa barca, entrambi diventano titolari in quota del posto barca.

Solo il Socio firmatario della domanda è RESPONSABILE versola L.N.I. per quanto previsto dal presente regolamento.

L’eventuale ingresso nella proprietà dell’imbarcazione di uno o più soci dopo la domanda di concessione, e fatto salvo al meno il 60 % di proprietà all’assegnatario, non dà diritto ai subentranti di avvalersi del diritto di concessione sia per il presente che per il futuro , pur potendo utilizzare la barca.

Rimane inteso che il Socio od i Soci assegnatari devono utilizzare la barca con continuità, pena la revoca della concessione.

LA CONCESSIONE DEL POSTO BARCA NON PUO’ ESSERE OGGETTO DI VENDITA O CESSIONE DA PARTE DEL BENEFICIARIO O BENEFICIARI.

Art. 10 PARAMETRI PER LA VALUTAZIONE DELLA CONCESSIONE O VARIAZIONE DI POSTO BARCA

1. Ordine cronologico della data di domanda.

Viene assegnato un punto per ogni anno più 1/12 di punto per ogni mese trascorso dalla data di domanda.

2. Anzianità d’iscrizione alla Lega Navale Italiana.

Viene assegnato mezzo punto per ogni anno di anzianità d’iscrizione alla L.N.I. .

3. Attività associativa.

Vengono assegnati da uno a tre punti a seconda dell’impegno richiesto al socio che ha collaborato attivamente allo svolgimento di una manifestazione organizzata dalla L.N.I. o dai suoi organi e/o sezioni.

4. Viene assegnato un punto ad ogni socio che ha partecipato ad una gara o campionato organizzato. dalla. L.N.I. o dai suoi organi e /o sezioni.

5. Viene assegnato mezzo punto per ogni anno di partecipazione come Consigliere nei gruppi sportivi o sezioni della L.N.I. .

6. Viene assegnato un punto per ogni anno d i partecipazione al C.D., Probiviri, Revisori dei conti.

7. Vengono assegnati dal C.D. da uno a cinque punti al socio che ha prestato gratuitamente la propria attività, anche di rilevanza economica, a favore della L.N.I. .

8. L ‘utilizzatore di un posto barca (anche non intestatario) nell’ambito del Porto di Finale Ligure, qualora presentasse domanda per un posto a terra, entra in graduatoria con punteggio penalizzato di 1 punto.

9. Registrazione punteggi.

E’ cura del Socio farsi assegnare registrare il punteggio ottenuto entro 30 giorni dall’attività svolta.

10. I punteggi dei soci, debitamente specificati, vengono registrati e riportati sull’apposita lista di attesa dal Segretario.

11. Per la graduatoria non sono cumulabili i punteggi ottenuti da due o più Soci.

Art. 11 CONCESSIONI PARTICOLARI

Il C.D. si riserva di concedere I’ uso del posto barca a Società o d Enti che svolgano attività nautica coerente allo statuto della L.N.I. e che non abbiano scopo di lucro.

Il C.D., ottenuto il parere favorevole di TUTTI i consiglieri, può concedere, anche in deroga a qualsiasi precedenza, la concessione di un posto barca ad un socio che per un periodo superiore ai 5 anni, abbia svolto una fattiva attività nell’ambito della sede nautica di Finale Ligure.

Art. 12 PERDITA O VENDITA DI POSTO BARCA

La concessione non può essere data a quel Socio concessionario che abbia perso o venduto la propria imbarcazione a condizione che si impegni per iscritto ad occupare il posto assegnato entro 3 mesi con altra imbarcazione di caratteristiche simili alla precedente.

Al momento della perdita o vendita dell’imbarcazione, il Socio proprietario deve dare comunicazione scritta al C.D. specificando in oltre I’intenzione di salvaguardare la propria concessione.

Art. 13 VARIAZIONE POSTO IN CONCESSIONE

La domanda di variazione del posto barca in concessione deve essere fatta per iscritto al C.D., motivandone le cause. Il C.D. deciderà in merito esaminando caso per caso ogni domanda.

Art. 14 PASSAGGIO DELLA CONCESSIONE

In caso di decesso del titolare del posto, la concessione può essere rinnovata a favore di un legittimo erede, entro il secondo grado, purché socio.

Altri eventuali casi di successione saranno presi in esame dal C.D. .

Art. 15 ORGANIZZAZIONE POSTI BARCA

Il C.D., per eventuali esigenze tecniche od organizzative, ha la facoltà di variare la disposizione delle barche sul piazzale.

Art. 16 RINUNCIA CONCESSIONE

Il Socio che intendesse rinunciare definitivamente ad una qualsiasi concessione, deve immediatamente informare il C.D. per lettera.

Il Socio che rinuncia provvisoriamente alla concessione del posto barca, non perde I punteggi maturati per la lista di attesa e non gli potrà essere assegnato ulteriore posto se non dopo un anno dalla data di rinuncia.

Art. 17 LISTA DI ATTESA

Tutte le domande di concessione dei posti barca vengono classificate nell’apposita lista di attesa disponibile in Segreteria.

I posti e le variazioni verranno concessi compatibilmente con le disponibilità, in funzione di quanto stabilito dall’articolo 9 della presente         normativa.

La lista di attesa viene aggiornata ogni anno ed ogni qualvolta si debba assegnare un posto.

Il C.D. può derogare nell’assegnazione di un posto dalla posizione della lista di attesa, solo nel caso in cui il C.D., all’unanimità, lo giudicasse utile agli scopi statutari della Lega.

Se un Socio in lista di attesa perde la qualifica di Socio, decade automaticamente dalla lista stessa.

Il Socio in lista di attesa ogni anno, all’atto del rinnovo della Tessera Sociale (entro il 31/03), deve dichiarare l’intenzione di mantenere valida la domanda a suo tempo presentata.

La mancata dichiarazione annulla automaticamente la domanda stessa con conseguente depennamento dalla lista di attesa.

Il Socio in lista di attesa che presenti ulteriore domanda per la variazione delle dimensioni della barca, mantiene nella lista di attesa i punteggi acquisiti, salvo quelli derivanti dalla data della prima domanda.

Art. 18 RINNOVO CONCESSIONE

Le concessioni  annuali  saranno rinnovate automaticamente alla scadenza salvo disdetta motivata da parte del C.D. .

Il C.D. si riserva di controllare in qualsiasi momento i certificati di Proprietà e di assicurazione.

Art. 19 DISDETTA CONCESSIONE

L’uso esclusivo dei servizi, costituisce un riconoscimento per la corretta attività dei Soci concessionari.

Sono pertanto motivo di disdetta della concessione:

– il mancato versamento del contributo spese stabilito dal C.D. ed eventuali indennità di mora entro il 31 Dicembre dell’anno in corso;

– il mancato pagamento delle quote dovute entro il termine di giorni 30 dalla data di comunicazione della concessione del posto;

– I’uso non corretto del servizio concesso;

– l’inosservanza  del presente regolamento e la mancata attività secondo quanto precisato dall’articolo 9.

– la perdita della qualifica di Socio.

– la mancata tenuta in buone condizioni di efficienza dell’imbarcazione;

– la mancata indennizzazione  di eventuali danni causata alle altrui barche;

– il mancato uso nell’arco dell’anno solare del posto concesso, salvo che per cause ben motivate ed accettate dal C.D.;

– la mancata occupazione con la propria barca del posto concesso entro 3 mesi dalla comunicazione dall’assegnazione al socio che all’atto della presentazione della domanda non era ancora in possesso dell’imbarcazione.

L’EVENTUALE DISDETTA DEVE ESSERE COMUNICATA DAL C.D. MEDIANTE LETTERA RACCOMANDATA R.R. AL SOCIO INADEMPIENTE.

Art.20 RICORSO ALLA DISDETTA

Il Socio disdettato può presentare ricorso scritto entro 15 giorni dal ricevimento della disdetta alla commissione dei PROBIVIRI, come previsto dallo Statuto della Lega Navale Italiana.

La decisione dei Probiviri, sentito il parere del C.D., sarà definitiva e dovrà essere comunicata all’interessato entro 30 giorni dalla presentazione del ricorso.

Art.21 PRESTITO BARCA

Qualora l’ intestatario del posto barca desideri in via occasionale prestare la propria barca ad altro socio, è tenuto a compilare I’ apposito modulo di manleva.

Il prestito potrà essere concesso esclusivamente a Soci, anche di altre Sezioni.

Art.22 CONTRIBUTO USO SERVIZI

– Il contributo per i posti barca sul piazzale viene stabilito dal C.D. e riportato sul prospetto visibile in Segreteria.

– Il C.D. stabilisce in oltre la quota per ogni altro tipo di servizio.

– Il contributo deve essere pagato entro la data fissata d al C.D.

– In caso di ritardo del pagamento è dovuta una indennità di mora fissata dal C.D.

– Se il pagamento della quota e della relativa indennità di mora non viene effettuato entro i l 31/12 dell’anno i n corso, il Socio perde il diritto alla concessione.

– Il pagamento non è frazionabile ed è dovuto per intero anche se I’assegnazione  venisse a cessare per qualsiasi motivo nel corso dell’anno.

– La quota dovuta per il periodo concesso, va dalla data di concessione alla fine del periodo ed è calcolata in tanti dodicesimi della quota annua quanti sono I mesi del periodo concesso.

I periodi di concessione potranno essere:

ANNUALE

INVERNALE

ESTIVO

MENSILE

Art.23 RESPONSABILITA’

La Sezione di Finale Ligure della Lega Navale Italiana non assume alcun obbligo o responsabilità  inerente la custodia delle imbarcazioni, degli eventuali attrezzi ed oggetti personali lasciati nell’ambito della Sede o del Piazzale.

Art.24 ASSICURAZIONI

Tutte le imbarcazioni devono essere coperte da assicurazione.

Art. 25 CONTENZIOSO

Rimostranze, denuncie, lamentele ecc. devono essere presentate per iscritto e firmate, esclusivamente al Consiglio Direttivo.

Solo a queste condizioni, i l C.D. provvederà ai necessari accertamenti, riservandosi il diritto di prendere gli eventuali provvedimenti ritenuti necessari.

Per quanto non previsto dal presente regolamento, è dato mandato al C.D. di agire e definire in merito ai casi che si presentano, rimanendo insindacabile il giudizio di questi in ossequio allo statuto della Lega Navale Italiana.

Art.26 IMPEGNO DEL C.D.

I membri del C.D. sono tenuti a far rispettare il presente  regolamento in tutte le sue parti.

Il presente Regolamento è parte integrante dello Statuto della Lega Navale Italiana a cui fa riferimento e che è a disposizione dei Soci in Segreteria.